Disturbi

Problemi nella relazione genitori/figli

L’approccio strategico ai problemi dell’età evolutiva e dello sviluppo ha adottato una scelta ben definita e pragmatica per la quale, fatta eccezione per pochissimi casi, non mette in atto alcun intervento diretto sui bambini, ma interviene indirettamente attraverso i loro genitori.

Si ritiene infatti che non vi sia utilità nell’intervento psicoterapeutico applicato ai bambini piccoli o ragazzini, perché si vuole evitare ogni forma di “etichettamento”.

I problemi più comuni trattati sono:

  • il disturbo da deficit di attenzione con iperattività
  • il comportamento oppositivo provocatorio per i bambini più piccoli
  • il bullismo (il più frequente tra gli adolescenti).